Presentazione del "glorioso" 5°CB

Caro Amico,
non sappiamo per quale misterioso percorso sei arrivato fino a queste pagine, comunque qualunque esso sia sei il b e n v e n u t o!
Certamente ti stai chiedendo che cosa significa quella strana sigla che compare in testa al sito web.
È doveroso da parte nostra almeno chiarirne il misterioso significato.
La 5^CB è una classe di maturandi della Sezione Costruzione Aeronautiche dell’Istituto Tecnico Industriale “Galileo Galilei” di Roma.
Fino a qui nulla di speciale, se non fosse che quella maturità tecnica fu conseguita nell’anno scolastico 1969/70.
Sì, hai capito benissimo sono passati ben quaranta anni da quando una trentina di ragazzi lasciavano le superiori per entrare nella vita, nel mondo dei grandi.
Ad onor del vero quando ci hanno visti uscire dal sontuoso portale di Via Conte Verde, nessuno si è strappato i capelli, anzi.....insieme al respirone di sollievo degli insegnanti, dei segretari e dei bidelli abbiamo percepito anche un sussurrato:
…quelli non faranno mai nulla di buono nella vita!”.
Sembra proprio però che la nefasta profezia sia stata alla fine disattesa e senza indugiare in inopportune autocelebrazioni ci siamo affermati tutti come delle “belle teste”, chi in un campo chi in un altro.
Ma ciò di cui ci vantiamo di più è che siamo qui a festeggiare i nostri “primi quaranta anni”.
Pensa, caro navigatore, che per venti anni ci siamo visti annualmente, poi una pausa, indi il venticinquennale con le famiglie e poi il grande balzo. Dopo altri dieci anni il 1 Ottobre 2005 ci siamo ritrovati ed erano presenti ben venticinque amici su trenta!
Lo so quello che stai pensando, è rarissima una fedeltà che arriva fino a questo punto, ed hai ragione da vendere. Noi stessi ne siamo stupiti, evidentemente c’è un ingrediente fondante che attinge a 40 anni fa in cui credevamo fermamente:
l’ A M I C I Z I A !
Amicizia vera fatta di valori quali la stima, l’affetto, la voglia di ritrovarsi, il tutto in un gran bel clima di.......libertà.
No, non pensare a qualcosa di patetico e bassamente nostalgico Ma quale nostalgia...., ora siamo tutti ultracinquantenni e ci troviamo benissimo nella nostra età anagrafica Anche troppo!.
Ci confrontiamo con il passato per sorridere un po’, ma sopratutto per dare ancora forza al nostro presente ed al nostro futuro.
Le nostre mogli ed i nostri figli ci guardano con indicibile ammirazione, siamo un esempio (a detta loro) e un po’ ci invidiano.
Comprendi allora il perché di questa straordinaria longevità sentimentale?
Ma non è dipeso tutto da noi. Qui, ovviamente, ci sono anche i nostri professori. Indipendentemente dalla loro bravura o capacità di rapportarsi, tutti rappresentano una porzione di quel meraviglioso puzzle che è il nostro essere ancora comunità. Molti di loro non ci sono più, ed a noi rimane il ricordo e gli aneddoti che li riguardano. Sono aneddoti che fanno sorridere, ma non sono irriverenti e siamo convinti che anche loro dal “balcone del cielo” si divertono un mondo ad osservare come sono ancora presenti nel nostro cuore e nella nostra mente.
A proposito di chi non c’è più anche noi ambiamo un angelo nel cielo. Nella schiera dei professori c’è anche un allievo, uno di noi, Paolo che ci ha lasciato prematuramente, ma che è sempre presente come se fosse ancora vivo.
Detto questo non ti rimane che navigare tra queste pagine , ma una raccomandazione: attento a non farlo con il boccone in bocca .... rischieresti, leggendo i nostri ricordi gustosamente raccontati, di soffocarti per il ridere. E sì, l’allegria non ha età ed in noi è rimasta tutta e qualunque sia la data scritta sulla tua carta di identità l’auguriamo di cuore anche a te. Divertiti con i nostri racconti